Investire sulle valute: che broker scegliere?

Se ti trovi nella fase in cui stai pensando alla scelta del broker, significa che già sai cosa sia il forex e come investire sulle valute. Come avrai appreso, il mercato valutario è di tipo OTC, ovvero senza una sede centrale e senza regolamentazione. Tuttavia, le società di negoziazione che vi operano devono invece rispettare le normative del Paese di appartenenza. Tradare attraverso broker forex regolamentati vuol dire innanzitutto essere tutelati da eventuali truffe, una sicurezza che ti consentirà maggiore concentrazione per le tue transazioni, senza la paura di veder sparire i tuoi soldi.

Come lavorano gli intermediari in possesso di licenza?

La paura più grande di un investitore, spesso, è che il proprio broker possa fallire e che i soldi del proprio conto possano non essere più recuperabili. Una società di negoziazione che possiede una regolare licenza operativa è obbligata a proporre ai propri clienti conti segregati, ovvero conti che sono gestiti in maniera separata rispetto al capitale della società stessa, con il fine di garantire i prelievi anche in casi di difficoltà.

Un broker che opera in conformità con le normative legate al gioco in Borsa ha anche l’obbligo di garantire agli investitori l’efficienza e la trasparenza dei servizi. Ciò significa che potrai contare sempre su strumenti utili alla tua attività di trader, ma soprattutto chiari nelle condizioni di utilizzo. Per questi broker, il loro stesso sito rappresenta una vetrina nella quale potrai visionare tutto ciò che ti interessa e valutare se si tratta o meno di un intermediario adatto alle tue esigenze.

In base a quali criteri un broker ottiene una licenza operativa?

Prima di tutto, voglio presentarti quelle che attualmente, in ambito europeo, sono le autorità di vigilanza più conosciute, preposte a rilasciare tutte le autorizzazioni del caso: CySEC, CONSOB e FSA.

CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission) è l’autorità di vigilanza di Cipro. Devi sapere che molti broker, anche se ufficiosamente appartenenti a determinati Paesi, scelgono di spostare la propria sede legale a Cipro per una questione di tasse (lì più convenienti). CONSOB (Commissione Nazionale per la Società e la Borsa), è l’istituzione indipendente di vigilanza italiana. FSA è l’autorità di Londra.

Qualsiasi broker che risulti idoneo alla cosiddetta direttiva MiFID, ovvero un insieme di norme redatte dall’UE, può operare all’interno della comunità europea, con le seguenti funzioni: favorire un mercato integrato, favorire la tutela degli investitori, controllare che tutte le contrattazioni si svolgano in maniera regolare, rilevare eventuali anomalie e, dove necessario, sanzionarle giuridicamente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *